GUARDA

I VIDEO

DELLE

PUNTATE DI

CASANIMA

Paolo Abramo

Paolo Abramo, noto imprenditore catanzarese prestato alla pubblica amministrazione, nasce a Catanzaro il 20 febbraio 1951 sotto il segno dei pesci, da mamma Antonietta e papà Antonio. Quella della sua famiglia è una storia imprenditoriale che inizia nei primi anni del Novecento, esattamente nel 1908, con la fondazione della Tipografia “Popolare”, piccola realtà artigiana basata su tradizioni e cultura dell’arte della stampa. Quella piccola realtà, cresciuta e diversificatasi nel tempo, oggi è un Holding che può contare più di cento anni di storia aziendale e si posiziona fra le prime attività nazionali dell’industria grafica, con il nome ABRAMO Printing & Logistics.
Paolo Abramo entra nelle Grafiche Abramo S.p.A., come ama affermare egli stesso, quando portava “ancora i calzoncini corti” e cresce, fra profumi d’inchiostro mai dimenticati, rotative e risme di carta, facendo una lunga, arricchente e promettente “gavetta”.

Parallelamente coltiva le sue grandi passioni: la musica, i motori, l’arte antica, i gioielli e anche la cucina. Compatibilmente con gli impegni, cresciuti nel frattempo fra ruolo istituzionale e famiglia, le coltiva ancora oggi.

Sin dal 1972 ha ricoperto in seno all’azienda di famiglia vari incarichi in tutti i settori lavorativi, sino a diventare responsabile tecnico della produzione e legale rappresentante nel periodo che va dal 1979 al 1984. La sua attività, in quegli anni, è diretta in modo predominante a far crescere l’azienda, fino a quando la stessa non diventerà una delle più significative realtà imprenditoriali nel settore dell’industria grafica italiana. Assieme ai fratelli diversifica le attività creando varie affermate aziende nel campo dell’informatica, della telematica, del turismo e dei servizi. Membro dell’Assindustria Catanzarese e della Federazione di Confindustria Calabria riveste le più prestigiose cariche nel sistema associativo, contribuendo così, nell’arco dell’ultimo trentennio di attività, al progresso economico della provincia e dell’intera Regione.

Solo per citare alcuni dei suoi ruoli più strettamente riconducibili all’attività imprenditoriale e di rappresentanza datoriale, ricordiamo nell’arco temporale che va dal 1979 al 1994, le seguenti esperienze: è amministratore unico della società CO.RA. – Commercio e Rappresentanze s.r.l.; è Amministratore Unico della società COGEFRA S.R.L. operante nel settore dell’edilizia privata e turistica; ricopre la carica di Consigliere del Gruppo Costruttori Edili dell’ Assindustria di Catanzaro; promuove la nascita del CPT – Comitato Paritetico Territoriale Prevenzione Infortuni sul Lavoro – e ne diviene primo Presidente, oltre ad entrare nel Consiglio dell’Ente Scuola della Cassa Edile; è amministratore unico della società Mediterranea s.r.l., operante nel settore della produzione, lavorazione, trasformazione e commercializzazione di materie prime, nonché nel settore dell’industria per la liofilizzazione di prodotti agricoli e non, destinati all’alimentazione.

Negli anni ’90 (precisamente nel 1994) inizia il suo impegno nell’associazione degli industriali del Capoluogo di Regione: è Componente del Consiglio Direttivo di Confindustria Catanzaro e nel 1995 entra a far parte della Giunta stessa; è Presidente del Confidi delle Provincie di Catanzaro, di Crotone e di Vibo Valentia – Consorzio di Garanzia Collettiva Fidi -  finalizzato all’agevolazione dell’accesso al credito di breve e medio termine alle imprese industriali; è Presidente di Fidimpresa Scarl – Consorzio Fidi Regionale intercategoriale di secondo grado - Ente  finalizzato alla prestazione di garanzie ed alla gestione dei fondi comunitari per l’agevolazione dell’accesso al credito di medio e lungo termine a tutte le imprese calabresi del commercio, dell’industria, dell’artigianato e della cooperazione; viene eletto Presidente dell’Ance Provinciale - Gruppo Costruttori Edili dell’Assindustria di Catanzaro - nel gennaio 1996, ed ancora Vicepresidente del Collegio Regionale dell’Ance Calabria; lascia tali incarichi per ricoprire quello di Presidente del Gruppo Industrie Varie dell’Assindustria di Catanzaro.

Nell’agosto del 2000 assume, per la prima volta, la carica di Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro ed inizia quella che sarà la lunga esperienza nel Sistema camerale calabrese, del quale oggi, oltre ad essere ancora autorevole rappresentante, è unanimemente riconosciuto come profondo conoscitore ed esperto; nello stesso anno con Decreto del Ministero dell’Ambiente è stato nominato Presidente Regionale della Sezione calabrese dell’Albo Nazionale Smaltitori Rifiuti; riveste dal 2001 anche la carica di Presidente dell’Albo Autotrasportatori presso la Motorizzazione Civile della provincia di Catanzaro; è consigliere dell’azienda speciale della C.C.I.A.A. di Cosenza, denominata Laboratorio Chimico Merceologico della Calabria; nel 2001, precorrendo i tempi, organizza in seno al sistema camerale l’attività di giustizia alternativa e ricopre direttamente la carica di Presidente della Camera Arbitrale in seno alla C.C.I.A.A.,  così come quella di Presidente del sistema di Conciliazione; viene eletto Presidente dell’O.S.P. – Osservatorio Statistico Provinciale – di cui fanno parte in qualità di soci: la Prefettura di Catanzaro, l’Istat, l’Anastat, la Regione Calabria, la Provincia ed il Comune di Catanzaro e buona parte dei comuni del comprensorio Provinciale.

Il 2 giugno 2003 viene insignito con Decreto del Presidente della Repubblica della Onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Nel giugno 2003 viene nominato Presidente dell’Unione Regionale  delle Camere di Commercio della Calabria. Successivamente a tale nomina è chiamato a far parte del Consiglio Nazionale dell’Unione delle Camere di Commercio Italiane.  Fra il 2004 ed il 2011 è chiamato a far parte del consiglio di amministrazione di Infobusinnes, viene eletto e nominato Vice Presidente; viene riconfermato, all’unanimità, Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, per il secondo mandato consecutivo; viene riconfermato alla carica di Presidente dell’Unione Regionale delle Camere di Commercio della Calabria, per un secondo mandato consecutivo; è consigliere della società consortile a r.l. denominata Lamezia Sviluppo.

Nell’aprile 2011 è riconfermato alla unanimità e per acclamazione per il terzo mandato consecutivo alla Presidenza della Camera di Commercio di Catanzaro, tutt’ora in corso.

Nel 2 giugno 2014 viene insignito con Decreto del Presidente della Repubblica della Onorificenza di Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Paolo Abramo




«
©2016 by Marchimede - P. IVA 03242430795
Casanima è un marchio Marchimede.
Disclaimer  |  Privacy  |  Copyright
--------------